Perla Scandinava

"Non ci sono cattivi inverni ma solo cattivi vestiti"

Stavolta il Nobel non ce lo toglie nessuno

Giampaolo_Giuliani

Il prossimo Nobel per la fisica non potrà che andare a un italiano illustre come Giampaolo Giuliani!

Un solo rammarico, lo avevamo sotto il naso da anni senza che ce ne fossimo mai accorti.

Questo tecnico autodidatta della sismologia (così si è autodefinito) aveva già da dieci anni sperimentato un metodo infallibile di previsione dei sismi che salverà la vita a milioni e milioni di persone nei secoli a venire.

Non ci credete? Eppure ci stanno credendo in tanti e questa convinzione sta generando sfiducia verso i responsabili della protezione civile, col conseguente panico che si diffonde tra tutti coloro che in questi momenti sono più emotivamente fragili a causa della loro vicinanza ai luoghi colpiti dal terremoto.

Da quella fabbrica di miti che è la rete si scodellano ogni giorno vari tipi di eroi che, in men che non si dica, conquistano fama e allori, grazie ai rimbalzi dei click.

E se al mattino erano delle nullità, nel giro di poche ore eccoli su piedistalli virtuali, osannati, esaltati con migliaia di internauti pronti a gettarsi sul fuoco per difenderne le cause.

Giampaolo Giuliani è uno di questi, un eroe senza eroismi, con comportamenti da irresponsabile e qualche tratto da mitomane.

In questo sito potrete ascoltare le parti salienti dell’intervista che Giuliani ha rilasciato il giorno successivo al terremoto (introvabili su youtube), tratte da “Striscia la notizia”.

Ora sarà più facile formarsi un giudizio sufficientemente obiettivo sul personaggio e le sue manie complottiste.

Il nostro eroe infatti dichiara di non poter parlare perché ha paura per i suoi cinque figli e accusa qualcuno “non mi faccia fare il nome” che sta in alto e mai vorrebbe che si sapesse che i terremoti si possono prevedere.

Giuliani sottintende, in quella illuminante intervista, che esiste una sorta di complotto criminale internazionale che vuole la morte della gente vittima dei terremoti.

“Questi scienziati canonici” fingono di non sapere che “dal 1500 si possono prevedere i terremoti” e lui, novello Galileo, non può dire di più per amore dei suoi figli.

Un alleato “prestigioso” questo ricercatore ce l’ha, Antonio Di Pietro! Non poteva essere diversamente.

E pazienza che proprio Giampaolo Giuliani sia colui che pochi giorni fa rassicurava il pubblico sullo sciame sismico che, a suo inconfutabile giudizio, stava scemando, per cui entro il 30 marzo si sarebbe esaurito del tutto.

E ancora pazienza che abbia creato non poco scompiglio allertando il sindaco di Sulmona per un evento sismico che non si è verificato affatto.

Ma evidentemente esiste una lobby mondiale che lucra sulle distruzioni e sui morti provocati dalle scosse telluriche e lui, l’ultimo eroe di carta e di pixel, sta rischiando la vita ogni giorno e il mondo ora finalmente lo sa.

E quel cattivone di Bertolaso (anche egli parte del complotto), pur sapendo che Giuliani lo avvertirebbe da sei a ventiquattro ore prima che la terra impartisca lo scossone mortale, si rifiuta di ammettere che in quel lasso di tempo riuscirebbe a evacuare migliaia di case, fabbriche, ospedali, supermercati, uffici, scuole e via elencando, in decine di città, lanciando un fischio o suonando la tromba dell’adunata.

Seriamente parlando, tutto questo è terribilmente ingiusto e crudele nei confronti delle persone sopravvissute al terremoto, che sentono accrescere la disperazione e salire la rabbia contro chi, secondo le tesi giulianiste, avrebbe dovuto salvare tutti ma non lo ha fatto per un bieco e criminale calcolo (!?)

Annunci

8 aprile 2009 - Posted by | Italia

11 commenti

  1. Ciao Perlaaaa!!
    Guarda, in parte condivido il tuo post soprattutto perché ‘sto Giuliani si muove in maniera davvero “rozza”.
    Però permettimi di dire che erano ben 3 mesi che la terra tremava e che sebbene la tecnica di Giuliani non sia infallibile, qualche correlazione con i terremoti ha dimostrato in alcuni casi di averla.
    Ora è vero che non esistono metodi per determinare in modo preciso quando e dove ci sarà un terremoto, né tantomeno si poteva sgombrare una intera regione, però, magari, mettendo insieme più informazioni (la faglia interessata, i 3 mesi di terremoti, il radon) qualcosa di più si poteva sicuramente fare senza scatenare il panico.

    Quello che stride in tutta questa vicenda è che qui in Italia 1 settimana fa Giuliani s’è beccato un cazziatone come se stesse parlando un matto.
    Giuliani doveva essere meno rozzo, ma dall’altra parte della barricata come diavolo gli è venuto in mente di escludere a priori un evento del genere? Quantomeno mettere sul chi va là la popolazione, dirle di poter essere preparata anche ad un evento non così improbabile.

    Fosse stata un’unica scossa forte concentrata in un solo momento avrebbero avuto sicuramente ragione i vari Bertolaso e Boschi, però con 3 mesi di attività sismica continua io ci sarei andato più cauto prima di dare del pazzo a Giuliani.

    Commento di Kagliostro | 8 aprile 2009

  2. Ciao Francesco! 🙂

    Sai cos’è? E’ che se c’è una branca della ricerca super affollata di scienziati che godono di una rete coordinata e prestigiosa, quella è proprio la ricerca sui fenomeni sismici. Fino ad oggi l’unico preavviso che si può dare è quello, a terremoto in atto, che fa bloccare le erogazioni di energia elettrica o di gas, ma solo con un anticipo di qualche secondo.
    Lo stesso Giuliani dava per esaurito a fine marzo lo sciame sismico.
    Ciò che ha rilevato lui da casa lo avevano rilevato anche i centri nazionali, all’erta e non indifferenti a quanto stava succedendo, come ha insinuato.
    Più che rozzo Giuliani è scorretto, perché non si lanciano accuse gravissime come quelle che ha lanciato contro tutti gli scienziati.
    Sei riuscito a sentire le sue parole dal sito che ho linkato nel post?
    E’ sconcertante.

    Un grandissimo abbraccio

    Perla

    Commento di Admin | 8 aprile 2009

  3. Ciao Perla, sono Alice77, su oknotizie io e alcuni amici abbiamo creato un gruppo “Komunistelli contro il pensiero dominante di okno” abbiamo bisogno di aiuto per crescere….non verresti ad aiutarci con i tuoi bellissimi articoli? spero di vederti presto, vieni a vederci ti entusiasmerai anche tu…..Alice.

    Commento di Alice77 | 8 aprile 2009

  4. UN PICCOLO AVVERTIMENTO..
    DA IRPINO INVITO GLI ABBRUZZESI A FARE ATTENZIONE ALLA CAMORRA NAPOLETANA.
    LA RICOSTRUZIONE A SEGUITO DEL TERREMOTO IN IRPINIA è STATA GESTITA DALLA MALAVITA PARTENOPEA. E I RISULTATI SONO STATI RACCAPRICCIANTI.

    Commento di salvatore | 9 aprile 2009

  5. Brava Perla, condivido al 200%.

    Commento di Led | 9 aprile 2009

  6. Grazie Alice77, verrò a vedere. 🙂

    Perla

    Commento di Admin | 9 aprile 2009

  7. Grazie Led 🙂
    Ci sarebbe da aprire anche il capitolo sui principali media sempre a caccia di sensazionalismi per fare audience. Se non ci fosse stata la gara a chi la sparava più grossa su e con Giuliani, non avremmo avuto questo “eroe per una notte”, notte troppo lunga e dolorosa per chi già vive nella disperazione di un dopo terremoto.

    Perla

    Commento di Admin | 9 aprile 2009

  8. Sui media sarebbe sufficiente vedere su youtube ciò che ha avuto il coraggio di dire una giornalista del tg1.

    Poi dice che uno deve pure pagare il canone…..

    Sul discorso che fai ho un paio di dubbi che preferirei non avere, ma che alla Andreotti maniera, invece ho.
    Dal punto di vista politico aiuti e ricostruzione, purtroppo appagano più che la prevenzione. Questo non dico che fa sorgere ipotesi di “complotti”, ma qualche supposizione di sciatteria nella gestione del capitolo “prevenzione” si.
    Riguardo ai preallarmi, in giappone funziona così, e pare che funzioni bene.

    http://www.youkosoitalia.net/?p=1678#comments

    Che dire, anche loro non credo diano un grosso preallarme. Ma lo danno casa per casa. Noi pensiamo solo ad allertare la protezione civile e interrompiamo erogazione di gas e luce. Sinceramente credo che una allarmistica simile possa diminuire molto notevolmente le vittime senza una ingente spesa. Anzi, direi quasi irrisoria.

    Commento di libertfighter | 9 aprile 2009

  9. Libertfighter, l’avevo sentita purtroppo e non ci sono giustificazioni al mondo che
    valgano per quel tg.
    Quello che avviene in Giappone non ha nulla a che vedere con quanto è andato millantando Giuliani. I sistemi di rilevazione dei terremoti sono gli stessi del resto del mondo solo che la straordinaria diffusione della tecnologia più avanzata permette a ogni casa giapponese di avere in tempo reale i dati raccolti dagli osservatori nazionali.
    Quando la vecchietta che lavorava all’uncinetto sotto le macerie avrà la possibilità di accedere a un computer e riuscire a interpretare quei grafici, beh, il mondo sarà veramente salvo!
    In quanto alle dietrologie andreottiane, caro Libertfighter, non mi appassionano.

    Grazie moltissimo per questi link, utilissimo il secondo.

    Ciao 

    Perla

    Commento di Admin | 9 aprile 2009

  10. il video non parte e aspetto da diversi minuti. il sospetto che non dica affatto quello che gli venga messo in bocca è forte. parlando dei fatti.
    “Questo tecnico autodidatta della sismologia”
    anche Einstein era autodidatta. anche Marconi. e moltissimi altri. e dunque?
    parliamo dei fatti. i fatti sono che Giuliani con la sua rozzezza ha previsto tutte le scariche di terremoto degli ultimi giorni. non è vero che aveva detto che lo sciame si sarebbe fermato.
    non è vero neanche che sia contro tutta la conunità scientifica. in alcune università italiane si fanno ricerche analoghe e anche in giappone, a taiwan , in usa.
    non ha lanciato alcuna accusa contro “gli scinziati”. semmai contro chi l’ha denunciato…per prucurato allarme(!).
    anche su questa caccia alla notizia , al sensazionalismo. peccato che PRIMA del terremoto Giuliani era famoso per essere stato messo alla berlina, addirittura, da studio aperto (!). ma allora non era sensazionalismo…

    Commento di Jean Lafitte | 10 aprile 2009

  11. […] segue commosso e impotente, l’apparire di un altro profeta inascoltato e perseguitato, simile a quel Giuliani che aveva “previsto” il terremoto in […]

    Pingback di Un Giuliani anche a Viareggio no! « Perla Scandinava | 30 giugno 2009


Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: