Perla Scandinava

"Non ci sono cattivi inverni ma solo cattivi vestiti"

La ballata dei pirla

clip_image002

Massimo Teodori scrive a Maralai:

“Quando leggerai Prima la “ballata dei pirla” intorno al referendum sulla legge elettorale sarà al culmine. Se il 21 giugno il voto referendario dovesse ottenere il quorum del 50% dei votanti con la vittoria dei “Sì”, cadremmo dalla padella del nobile porcellum nella brace di un nobilissimo superporcellum. Se, invece, il quorum non venisse raggiunto perché gli italiani andranno al mare, allora avremmo sprecato parole, parole, parole, senza alcun costrutto.

Perché ballata dei pirla? Perché nessuno la racconta giusta e tutti tentano di fregare il prossimo.

Cominciamo dai promotori, Giovanni Guzzetta e Mario Segni.”

(continua a leggere su Maralai)

Secondo noi il ricorso all’istituto referendario, così come è stato indetto negli anni (anche per responsabilità dei suoi assidui promotori), ne ha evidenziato l’inconsistenza intrinseca e oggi consegna nelle mani degli elettori un’arma popolare spuntata. Il referendum è abrogativo solo nel titolo ma non lo è nella sua applicabilità pratica. Coloro che lo negano, come direbbe Massimo Teodori, non la raccontano giusta.

Se non si provvederà a riformare l’art. 75 della costituzione (non solo abolendo il quorum), i Sì e i No espressi nel segreto dell’urna avranno meno forza di legge dei numerini digitati dal pubblico in un qualunque televoto.

Annunci

31 maggio 2009 - Posted by | Politica italiana

5 commenti

  1. Oh-oh! Vedo bene che trattasi di roba inutile in tutti i casi..Il bello é che non avevo ancora deciso cosa votare e se andare a votarlo, questo ennesimo, consumatissimo referendum.
    Mi andrebbe anche bene votare si’ per facilitare la forza del governo, ma se un giorno ci fosse un pirla come Fini?
    Mah!
    Ciauuuu..:-)

    Commento di Lontana | 1 giugno 2009

  2. Ciao Lontana!

    Fini è tutt’altro che un pirla, ho un grandissimo rispetto per il ruolo che sta svolgendo.
    🙂

    Perla

    Commento di Admin | 1 giugno 2009

  3. Lontana, quali sono le tue credenziali per stabilire quanto dici? Avrei timore se un giorno ci fosse un pirla come te piuttosto.

    Commento di Pasquino | 4 giugno 2009

  4. a volte, quando non so cosa commentare, anzichè starmene bello e tranquillo, diciamo con le mani in mano, senza poggiarle sopra la tastiera e andare in automatico sui tasti, mi viene incontenibile, indominabile, irrefrenabile l’ironia: e se anzichè arrivarci un pirla ci arrivasse una Perla?
    io ad un pirla un abbraccio non lo darei neppure sotto minaccia nucleare; ma ad una Perla di corsa.
    M

    Commento di Maralai | 4 giugno 2009

  5. Ciao M!
    Abbraccio ricambiato. 🙂

    Perla

    Commento di Admin | 4 giugno 2009


Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: