Perla Scandinava

"Non ci sono cattivi inverni ma solo cattivi vestiti"

Il lodo Repubblica

clip_image002

Il pastore che gridava al lupo al lupo finì col perdere credibilità e gregge. Repubblica e soci che, da quindici anni in qua, gridano dai loro giornali che la vita degli italiani è in pericolo, minacciata dal lupo Berlusconi, hanno finito per diventare il vero lodo che rende sempre più immune e inattaccabile Silvio Berlusconi.

Si chiamino D’Avanzo o Travaglio, sono state tante e tali le volte in cui il premier è stato assolto dalle loro accuse che la gente si è stancata di prenderli sul serio e, ciò che è più grave, non darà loro ascolto neppure quando il lupo si appaleserà realmente.

Lunedì prossimo si avrà assoluta contezza di quanti elettori si saranno lasciati sedurre dalle grida allarmate provenienti dalle solite redazioni e dalle solite segreterie di partito; forse il tre o quattro percento di loro negherà il voto al Pdl e questo potrebbe salvare il Pd dal disastro annunciato.

Si dice che la campagna moralista che ha varcato anche i confini nazionali servirà a disgustare il voto cattolico, dirottandolo verso gli ex margheritini nel Pd o verso il non voto. C’è da chiedersi però se il gioco vale la candela, se cioè meriti la pena riaccendere i riflettori sull’Italia, causandole danni enormi, solo per compiacere i soliti anti italiani e alimentare il loro disprezzo verso questa “povera nazione di imbecilli, sudditi dell’imperatore satiro e corrotto”, il tutto per un pugno di voti.

Questa mattina ci sarebbe stato un motivo di forte contrarietà nei confronti del presidente del consiglio a causa della frase infelice su Milano invasa dagli africani, perché non è codesto il modo corretto di esprimersi di un capo di governo; ma poi sono arrivate le foto rubate da Zappadu, sequestrate in Italia e quindi consegnate agli spagnoli che le hanno lanciate nel web con una tempistica cronometrica.

Questi scatti ritraggono persone in una situazione di vulnerabilità, inconsapevoli della presenza a distanza di un vojer di professione, violentate nella propria privacy, mentre nude o seminude stanno ai bordi di una vasca di foggia particolare, in un ambiente riservato.

Dov’è lo scandalo? Dov’è il reato? Senza dubbio nell’uso improprio che si sta facendo di queste immagini.

Se nessun cittadino sarà più padrone di girare come gli pare in casa propria e di ospitare chiunque gli parrà, offrendogli ciò che i suoi mezzi gli permettono, compresa la libertà di mettersi a proprio agio come e dove gli pare, allora lo si dica e il Travaglio-Savonarola detti i nuovi codici morali di comportamento da osservare nell’intimità casalinga e non manchi di stilare anche le sanzioni per chi non vi si attenesse, e poi organizzi squadre di fotografi con teleobiettivi per sorprendere i mascalzoni desnudi tra le pareti domestiche, nei loro giardini protetti da recinzioni o in un gommone o barca al largo.

Prendere il sole nudi è un piacere che accomuna donne e uomini di ogni strato sociale.

E’ arcinoto quanto siano diffusi campeggi o spiagge private dove è severamente vietato (guarda caso) entrare con macchine fotografiche e dove si rifugiano naturisti di ogni ceto e di ogni credo e professione.

La sinistra ha sempre considerato queste attitudini una prova dell’evoluzione del costume, un’espressione innata di libertà e i suoi detrattori e censori sono sempre stati messi alla berlina.

Che strani rigurgiti moralistici si riservano ai “nemici”, magari di ritorno da una gita in barca, trascorsa al sole completamente nudi.

Annunci

5 giugno 2009 - Posted by | Politica italiana

15 commenti

  1. Molto bello.

    Commento di liberaliperisraele | 5 giugno 2009

  2. Grazie mille! 🙂

    Perla

    Commento di Admin | 5 giugno 2009

  3. Infatti non si deve spiare in casa d’altri perché poi si resta a bocca asciutta..:-)
    E poi, questi sinistri, ma non sono mai andati in Sardegna? Ma quante ragazze prendono il sole in topless nelle spiagge sarde! Ah, già, i repubblicones vanno a Capalbio..

    Pero’ secondo me Silvio ha fatto bene a dire che Milano sembra l’Africa. É vero. In certi posti le nostre belle città sono diventate irriconoscibili ed é importante che un Pres.del Cons. lo riconosca per poi fare qualcosa.

    Ciao! :-))
    Lont.

    Commento di Lontana | 6 giugno 2009

  4. molto bene.
    M

    Commento di Maralai | 6 giugno 2009

  5. Si chiamino D’Avanzo o Travaglio, sono state tante e tali le volte in cui il premier è stato assolto dalle loro accuse che la gente si è stancata di prenderli sul serio e, ciò che è più grave, non darà loro ascolto neppure quando il lupo si appaleserà realmente.

    La realtà giudiziaria è un pochino diversa infatti “Papi” è stato assolto, prescritto, ha cambiato la legge per non essere condannato ha usufruito dell’amnistia e perla delle perle sè non si fosse fatto il lodosarebbe condannato in primo grado per corruzzione poi ci sono assoluzioni e assoluzioni perchè un conto è essere assolti con formula piena un conto è essere assolti con formula dubitativa Ricordo che PaPi aveva ed ha come braccio destro Previti (corruzione) e come braccio sinistro dell’utri(Primo grado 9anni per mafia e se non ricordo male 2 anni definitivi per false fatture) diciamo ch’è un pò sfortunato nelle frequentazioni

    Commento di giuseppe | 6 giugno 2009

  6. cortesemente nelle risposte evitare di parlare di toghe rosse, perche anche se fosse Papi fosse un perseguitato dovrebbe accettare la mala giustizia come un cittadino normale che per errore o persecuzione si è fatto anni di galera senza poter invocare le toghe rosse o gialle

    Commento di giuseppe | 6 giugno 2009

  7. preciso io non ho mai votato pd idv comunista anzi 10 anni fà votavo proprio x papi e devo dire visto ero amm di un azienda che con papi le tasse si evadono chè un piacere

    Commento di giuseppe | 6 giugno 2009

  8. x giuseppe, con la morale: che si faccia quindi arrestare? perchè non chiedere direttamente la fucilazione e così la facciamo finita? ma perchè credi che intenda riformare la giustizia; per se o per l’Italia? perchè non dici nulla sul giudice -come la gandus- che fa politica contro un determinato personaggio e poi pretende di processarlo per condannarlo senza rendersi conto della gigantesca incompatibilità nel trattare le due questioni?
    oppure credi che un giudice possa fa i caxxi che vuole senza renderne conto a nessuno e tantomeno alla legge?
    M

    Commento di Maralai | 7 giugno 2009

  9. Mi piace l’idea del Travaglio che scrive come ci si deve comportare in casa propria. In effetti, col suo ditino alzato, ce lo vedo proprio.
    Poi dici che uno fonda un partito che si chiama Il Popolo della Libertà.

    Commento di Polìscor | 7 giugno 2009

  10. maralai non hai capito ed avevo precisato che non mi interessa sè papi è un perseguitato o no ho soltanto constatato che un perseguitato che fà l’operaio va in galera papi invece si fa leggi per non finirci in uno stato di diritto la giuistizia o la mala giustizia devono valere x tutti per quanto rigurda il merito della gandus e stata ricusata e tutti i tribunali hanno dato picche a papi. oltre tutto ci sono vari gradi di giudizio avrebbe avuto l’opportunità di trovare giudici onesti . sinceramente a me sembra che sè unb giudice che condanna papi è una toga rossa a prescindere. per quanto riguarda la riforma della giustizia ti invito a cercare le interviste di due ex procuratori (toghe rosse) Bruno tinti e Roberto Scarpinato. x poliscor sono d’accordo che uno in casa sua si comporti come vuole però quanto meno non andare al family day

    Commento di giuseppe | 7 giugno 2009

  11. Giuseppe, quando in un paese prospera un’associazione di magistrati autodefiniti democratici, significa che molto di insano nella magistratura esiste. Il giudicante non dev’essere democratico ma giusto e imparziale, il magistrato inquirente deve cercare le prove della colpevolezza dell’accusato, a qualunque ambiente sociale appartenga. Ma è sufficiente andare nel sito di magistratura democratica per rendersi conto di quanto ai suoi associati ideologizzati prema più fare politica con la toga e sulla giustizia facciano prevalere il giustizialismo. Se poi i giornalisti entrano in sinergia con questa magistratura, quello che i cittadini pagano in termini di processi miliardari e nulli e di perdonismo di classe è noto a tutti.

    Ciao!

    Perla

    Commento di Admin | 7 giugno 2009

  12. la rpima cosa che noto nelo tuo intervento e che le parole democratico giusto ed imparziale non mi sembra che etimologicamente siano in contrasto quindi uno puo essere benissimo democratico ed imparziale. sul fatto che sono ideologizzati quello non è un fatto ma una tua opinione giusta o non giusta non entro nel merito però basta andare da uno di questi giudici dirgli “lei e policizzato” elui ti risponderà ” no” quindi parli di aria fritta. sul perdonismo di classe cosa c’entrano i giornalisti e i magistrati? piuttosto parlerei di autoperdonismo della classe politica dovuto a leggi che garantiscono eterna impunità tipo lodo alfano, riduzione dei tempi di prescrizione, leggi sulle rogatorie, depenalizzazione di reati finaziari come il falso in bilancio ( ricordo che stranamente siamo in contro tendenza rispetto agli altri paesi x non citare gl istati uniti dove sè ti prendono ti fanno un culo come un paiolo) e ultima delle perle non anora in vigore la legge sulle intecettazioni (capitolo a parte quando ci penso mi butto via dal ridere), se metti tutte queste cose insieme capisci che in galera ci finiscono soltanto gli ultimi della scala sociale per concludere ricordo 2 cose una è una costatazione personale ma non troppo forleo,de magstris e genchi stranamente persone che si occupavano di reati dei colletti bianchi sono stati fatti a pezzi sul piano mediatico professionale poi succesivamente prosciolti da tutte le accuse però oramai le loro indagini erano saltate la seconda vi ricordate quando è styata l’ultima autorizzazione all’arresto di un deputato?

    Commento di giuseppe | 7 giugno 2009

  13. giuseppe, dico che sei totalmente disinformato persino su ciò che significano le rogatorie, il falso in bilancio, i tempi di prescrizioner, le intercettazioni etc. spero almeno che tu sia in buona fede.
    M

    Commento di Maralai | 7 giugno 2009

  14. cosa vuol dire buona fede ? vuoi sapere se sono comunista o parente di Di pietro o amante della gandus Cosa centra ? nelle discussioni si portano argomenti cosa che tu non hai fatto sè no mi spiegheresti il “significato”. es la legge sul falso in bilancio (vado a memoria) prevede che fino ad una certa cifra non sia reato La conseguenza e che tu puoi truffare senza incorrere in sanzioni penali detto ciò si ci si puo chiedere a chi serve questa legge? operai? artigiani? impiegati ? oppure serve alla nomencletura economico politica ? la risposta sembra chiara .a proposito della buona fede cosa che secondo me poco importa. io faccio parte di una storica famiglia socialista mio fratello era assessore regionale del psi ed è andato con barani al funerale di craxi quindi sono al di ogni sospetto. Ciò che ci vuole e lo spirito critico verso chi ci governa non solo da parte dell’opposizione ma anche all’interno di ogni partito mi sembra che ogni volta che papi (enon solo) dica qualcosa si prende tutto come oro colato sopratutto quando parla di cose molto opinabili es il silvio parla di nucleare come unica risoluzione x il prob energetico nessuno gli ha detto guarda che spari caxxate basta sentire rubbia un nobel per capire che è una questione unpò più complicata di come la descrivi. invece si applaude

    Commento di giuseppe | 8 giugno 2009

  15. […] previsto il lodo Repubblica ha protetto Silvio Berlusconi e il Pdl dalla sconfitta elettorale e, come paventato (in un raro […]

    Pingback di Fuoco amico sul Cavaliere « Perla Scandinava | 8 giugno 2009


Sorry, the comment form is closed at this time.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: