Perla Scandinava

"Non ci sono cattivi inverni ma solo cattivi vestiti"

E ora Fini vorrebbe sdoganare Berlusconi

clip_image002clip_image004

Nei primi mesi del 2006, come è noto, Gianfranco Fini era ancora il ministro degli esteri del governo Berlusconi, carica che lo aveva introdotto nelle cancellerie di molti stati. Una grande opportunità per Alleanza Nazionale, “sdoganata” in patria ma pervicacemente invisa ai politici d’oltralpe, segnatamente ai gruppi del parlamento europeo, inflessibili nel loro anacronistico pregiudizio antifascista riservato agli eletti finiani.

Il Ppe sbarrava l’accesso di An nel gruppo dove gli altri alleati di governo (FI e Udc) già da tempo erano confluiti. Di quel 2006 ci ricordiamo un episodio molto imbarazzante, a testimonianza della distanza politica che separava Fini e An dal Ppe:

Continua a leggere

11 settembre 2009 Posted by | Politica italiana | 6 commenti

Pezzopane crede ai miracoli

clip_image002

Mercoledì scorso Stefania Pezzopane era ospite in questa puntata di Matrix. Alessio Vinci le chiede di commentare la presenza a L’Aquila di Barack Obama e lei risponde così:

“Bè, trovarsi in una città devastata e ferita e con il presidente degli Stati Uniti a chiunque può apparire una cosa impossibile. A noi è accaduta perché la tragedia che ha riguardato L’Aquila e questo nostro territorio è stata una tragedia che ha smosso il mondo intero e l’evento del G8 ci ha consentito questo, di riportare alla luce del mondo una tragedia grande e di avere questi importanti contatti.”

Come dire che il presidente degli Stati Uniti si è materializzato per opera dello Spirito Santo, impietosito dalla “tragedia grande” che ha colpito la città.

In nessuno dei suoi interventi la presidente della provincia de L’Aquila ha fatto cenno ai meriti di Silvio Berlusconi, alle iniziative del governo, alle capacità organizzatiive di Guido Bertolaso e a tutto il lavoro dietro al G8 che le aveva regalato quel momento magico, di gioia persino infantile, accanto al suo idolo in una foto opportunity.

Di lui, ancora sognante, dice cose così: “E’ un uomo con una postura carismatica… Cammina come un grande attore… Sembra John Wayne”.

Stefania Pezzopane più che una presidente di provincia è una provincialotta di sinistra, che non ha perso un solo momento per scagliarsi contro Berlusconi, fin dal primo giorno, quando si alleò al profeta dei sisma, Giuliani, pur di far ricadere su questo governo la responsabilità delle vittime del terremoto.

L’odio contro Berlusconi le sta facendo commettere una figuraccia dietro l’altra e questa di un Obama giunto a L’Aquila per grazia ricevuta è soltanto l’ultima, altre ne produrrà. Si teme.

10 luglio 2009 Posted by | Politica italiana | 3 commenti

A scuola di giornalismo da Buscetta

clip_image001

La campagna di stampa ridicola, esasperata e disperata, lanciata contro la persona del presidente del consiglio e che gli italiani stanno pagando a caro prezzo in termini non soltanto di immagine, di sicurezza interna ma anche di pazienza ormai alla fine, non si è ancora arenata. Per settimane il ping pong “gruppo De Benedetti-referenti stampa estera” si è svolto come descritto da Luca Sofri:

C’è un intero fenomeno giornalistico che sta prosperando in queste settimane, e che ricade nella categoria “notizie che non lo erano”. Il meccanismo è questo, e riguarda le accuse e le analisi contro il Presidente del Consiglio di queste settimane: i giornali italiani pubblicano delle ricostruzioni ipotetiche e delle dietrologie quotidiane, che i lettori italiani sono ormai abituati a dimenticare il giorno dopo (le dimenticano gli stessi giornali, peraltro). Quelle ipotesi vengono però riprese dai giornali stranieri,

Continua a leggere

8 luglio 2009 Posted by | politica | 9 commenti

L’arringa finale

 

Vicenza

“Il capo del governo mostra alla luce del sole, e ora anche impietosamente all’opinione pubblica internazionale, la sua vulnerabilità e l’abisso su cui pencola il suo destino politico.”

Sono parole di Giuseppe D’Avanzo, l’ultimo grande inquisitore che, fallita la resistenza degli insorgenti delle procure dipietriste-boccassiniane, ha messo alla sbarra Silvio Berlusconi nello sconfinato macabro tribunale dal quale nessun accusato al mondo potrà mai più difendersi, quello dei new media.

L’espressione l’abisso su cui pencola il suo destino politico”, con quel “pencola”, tragicamente disvela i retropensieri dell’autore e gli auspici che intimamente, ma non poi tanto, nutre verso il suo terribile nemico;

Continua a leggere

6 luglio 2009 Posted by | politica | 1 commento

Ciao ciao bambina!

clip_image002

All’indomani del voto europeo Debora Serracchiani, altrimenti detta “Quellachehapresopiùvotidiberlusconi”, era intervenuta a Ballarò e dopo la sua brillante perfomance avevamo elucubrato sulla potenziale nascita della nuova leader dell’opposizione, su colei che avrebbe rigenerato un centrosinistra agonizzante, restituendo così alla democrazia un pilastro fondamentale su cui reggersi.

Anche se:

Forse agli elettori del centrodestra la neo deputata europea non apparirà molto diversa dai suoi compagni sia per il suo antiberlusconismo sia per il suo atteggiamento da persona antropologicamente superiore (molto dilibertiano); dotata di poca originalità nell’argomentare, fa risuonare nelle orecchie le stesse parole e le stesse accuse che hanno imbarbarito la campagna elettorale appena conclusa.

Continua a leggere

2 luglio 2009 Posted by | Politica italiana | 2 commenti