Perla Scandinava

"Non ci sono cattivi inverni ma solo cattivi vestiti"

Verità e menzogne…

Il titolo del convegno organizzato da Radio Radicale il 14 febbraio scorso iniziava con le parole “Verità e menzogne”.

La persona più ascoltata e applaudita nella manifestazione, in quanto protagonista principale e quindi testimone unico nella vicenda di Eluana Englaro, responsabile dell’applicazione del protocollo concordato col tribunale, è stato l’avvocato neurologo Carlo Alberto Defanti. Il medico aveva, pacatamente ma fermamente, accusato i media e alcuni suoi colleghi di aver detto enormi falsità sullo stato della donna che solo lui aveva seguito momento per momento fino all’ultimo respiro.

Il dr. Carlo Alberto Defanti era stato a quel convegno sulla verità contro le menzogne imperanti per dare un grande esempio di trasparenza e lealtà, parlando di tutto, persino di fotografie che mai e poi mai erano state scattate.

Ecco quindi le parole esatte pronunciate dal dr. Defanti: Continua a leggere

26 febbraio 2009 Posted by | Biopolitica | , , , , , , , | 4 commenti

Quel pasticciaccio brutto per via dell’Eluana

Il titolo del post vi appare impertinente?

Se così fosse ce ne scuseremmo prontamente, nondimeno ci appelleremmo alla vostra benevola pazienza, invitandovi a focalizzare quanto, vieppiù, di irriverente si è detto e scritto su Eluana Englaro da alcuni anni a questa parte.

L’Eluana, come da buon settentrionale Beppino Englaro chiama la figlia, si trova da sedici anni in stato di coma vegetativo.

E’ morta? E’ viva? Sembra non sia possibile stabilirlo con certezza, anche se, dovendo stare alle dichiarazioni di coloro che la considerano morta, ci verrebbe da credere che Eluana sia ben viva e vitale.

Sarà che, per educazione e per cultura, abbiamo sviluppato una forma di sano cinismo e un bisogno di protendere i nostri ragionamenti verso la purezza della logica, noi ci sentiamo in imbarazzo quando i molti iscritti al “partito” di Beppino Englaro affermano che una persona ormai morta sta, tutto considerato, provando dolore fisico e morale.

Forse costoro, in preda ad uno stile troppo gridato nel sostenere le proprie istanze, finiscono col non sentire la contraddizione insita nelle loro tesi. Continua a leggere

22 settembre 2008 Posted by | Uncategorized | , , , , , , | 12 commenti